Le indagini sono svolte dalla Squadra mobile di Enna. Glorioso, che è un grosso imprenditore nel settore alimentare, ha dichiarato agli inquirenti di non avere ricevuto minacce