sabato, aprile 17

Tag: eni

A Gela impianto di bioconversione che trasforma rifiuti in carburante

A Gela impianto di bioconversione che trasforma rifiuti in carburante

News Sicilia
Dai rifiuti al diesel. E' il progetto “Waste to Fuel” di Syndial, società ambientale di Eni, presentato oggi a Gela, presso la raffineria. La tecnologia italianissima, maturata e prodotta in casa Eni sarà sperimentata per la prima volta in Sicilia. Si tratta del primo impianto destinato al recupero e alla trasformazione della frazione organica dei rifiuti solidi urbani. I rifiuti vengono trasformati in bio olio (14%), che potrà servire in seguito per la produzione di carburanti di nuova generazione e destinato a trasporti marittimi, ed acqua (74%). L'impianto sfrutta la tecnolgia "waste to fuel", grazie alla quale è possibile produrre energia dalle biomasse ed ottenere acqua come sottoprodotto della lavorazione, è stato spiegato in conferenza stampa. Ed avrà basso impatto ambientale. "...
Aree industriale di Gela: Sicindustria: “Servono burocrazia rapida e scelte chiare”

Aree industriale di Gela: Sicindustria: “Servono burocrazia rapida e scelte chiare”

News Sicilia
"Territori che hanno già pagato alla crisi un tributo altissimo con aziende chiuse e posti di lavoro persi non possono attendere una burocrazia lenta, né sopportare ritardi nel raggiungimento degli obiettivi annunciati". È questa la posizione di Sicindustria espressa oggi in occasione dell’audizione congiunta di III e IV Commissione all’Ars sulle aree di crisi complessa, ossia quelle aree soggette a una recessione di rilevanza nazionale non risolvibile con risorse e strumenti di sola competenza regionale. In Sicilia le aree di crisi complessa sono due: il polo di Termini Imerese e l’area di Gela, sulla quale si sono concentrati i lavori di oggi. "Nel caso di Gela – affermano gli industriali – Eni sta portando avanti un importante investimento per la trasformazione in bio raffineria del ve...

Versalis: Salta accordo Eni -SK Capital, soddisfazione dei Sindacati

News Sicilia, Notizie
Eni e il fondo americano SK Capital hanno convenuto di porre fine alla trattativa per la cessione di una quota di maggioranza delle azioni di Versalis S.p.A. avendo constatato l'impossibilità di trovare un accordo su alcuni punti negoziali tra cui, in particolare, la futura governance della società. Eni pertanto dalla prossima semestrale tornerà a consolidare integralmente Versalis nei conti di Gruppo. «Forse non avevamo tutti i torti quando, sin dall’inizio di questa tortuosa trattativa e, soprattutto, dopo 4 scioperi generali, affermavamo che Sk Capital non poteva assumere la governance della prima azienda chimica italiana. È questo, in sintesi, il commento delle segreterie territoriali di Filctem, Femca e Uiltec, Filippo Scollo, Giorgio Saggese e Giuseppe Scarpata, alla notizia di c...

Eni: Raffineria di Gela, avviata la trasformazione green

News Sicilia
Gela - E’ stato presentato oggi un aggiornamento sulla riconversione della Raffineria a ciclo tradizionale di Gela in Green Refinery, i cui lavori sono stati avviati già lo scorso mese di Aprile. Con l’inizio delle attività di costruzione, immediatamente a valle della conclusione dell’iter autorizzativo della fase 1, il progetto di trasformazione della Raffineria di Gela entra così in una fase fondamentale. Il progetto della Green Refinery, contenuto nel Protocollo di Intesa siglato il 6 novembre 2014 al Ministero dello Sviluppo Economico tra Eni, le organizzazioni sindacali, le istituzioni e Confindustria, prevede attraverso la valorizzazione degli impianti esistenti e l’applicazione di tecnologie proprietarie, di convertire materie prime non convenzionali di prima (olio di palma) e sec...

Vertenza Gela, Eni firma accordo con Regione per coltivazione guayule

News Sicilia
Un altro tassello nella cosiddetta vertenza Gela è andato al suo posto: il progetto sperimentale per la coltivazione della guayule, pianta da cui sarà possibile estrarre gomma naturale nell'ambito di quella che viene definita chimica verde. Insomma si comincia ad avviare il presupposto pratico, con il reperimento in loco della materia prima, per possibili, altri investimenti nell'area di Gela nei prossimi anni. È stata firmata ieri a Palazzo d'Orleans,  sede della Presidenza della Regione Siciliana, una lettera di intenti che impegna l'Eni, l'Esa (Ente di Sviluppo Agricolo) e la Regione siciliana all'avvio di uno studio di fattibilità per la coltivazione sperimentale del guayule in Sicilia. Lo studio verrà effettuato da Eni con l'obiettivo di avviare un progetto per la produzione di latti...

Gela, Confindustria lancia l'avviso per le aree dismesse

News Sicilia, Notizie, Province siciliane
Gela, Confindustria lancia l'avviso per le aree dismesse. Affidare a nuove imprese interessate le aree della Raffineria di Gela (Caltanissetta) liberate dopo gli interventi programmati da Eni che ha avviato l’ammodernamento e la riconversione dell’impianto nisseno trasformandolo in quella che è stata definita la green refinery. È questo l’obiettivo dell’avviso esplorativo diffuso nei giorni scorsi da Confindustria Centro Sicilia che è stata individuata quale soggetto di riferimento: un avviso a presentare manifestazione di interesse che arriva in applicazione di uno dei punti qualificanti del Protocollo d’intesa firmato il 27 luglio 2012 e del successivo Protocollo di intesa per l’area di Gela sottoscritto il 6 novembre del 2014 con cui Eni ha confermato gli impegni di sviluppo industriale...

Campo Vega al largo di Ragusa, Eni ed Edison devono pagare Ici e Imu. Evasione da 30 milioni

News Sicilia, Notizie
Campo Vega al largo di Ragusa, Eni ed Edison devono pagare Ici e Imu. Evasione da 30 milioni di euro. Le piattaforme petrolifere devono pagare, secondo le Fiamme gialle che  hanno contestato a Edison ed Eni, che controllano il sito di Campo Vega, un'evasione da 30 milioni sanzioni comprese. In particolare, la piu' grande piattaforma petrolifera dell'offshore italiano evade le tasse. Il Campo Vega, che dal 1987 estrae tonnellate di greggio dal fondo del mare al largo di Pozzallo, non ha pagato ne' Imu (biennio 2012-13), ne' Ici (2010-11). In tutto fanno 11,4 milioni di euro non entrati nelle casse del fisco. E che si debbano pagare le imposte sugli immobili di una piattaforma, questa volta, non e' una commissione tributaria ne' un sindaco a dirlo, ma la Guardia di Finanza che a Edison ed En...

Via libera dal Tar alle trivellazioni nel Mediterraneo: sei pozzi nel mare davanti Gela

News Sicilia, Province siciliane
Via libera, si può trivellare nel mare davanti Gela. Lo ha deciso il Tar del Lazio rigettando il ricorso contro il progetto “Off shore Ibleo” dell’Eni. Si tratta del completamento di sei pozzi di estrazioni di gas nei campi Argo e Cassiopea e le perforazioni chiamate Centauro 1 e Gemini 1. I pozzi insistono nello spicchio di Canale di Sicilia tra Licata, Gela e Ragusa. I ricorsi contro le perforazioni erano stati presentati da cinque associazioni ambientaliste, dall’Anci, dai Comuni di Ragusa, Santa Croce Camerina, Palma di Montechiaro, Licata, Scicli e Vittoria, ma anche Legacoop Pesca Sicilia e Touring Club Italia. Il procedimento amministrativo era stato avviato contro la presidenza del Consiglio dei Ministri, i ministeri dell’Ambiente, Beni Culturali e Svilupo Economico, e contro il Co...