Lo ha deciso il governo che ha proceduto a designare il nuovo Cda dell’Ente che si occupa della tutela e selezione genetica del patrimonio equino in Sicilia